bali hotels

Film amati

  • Al di là dei sogni
  • Contact
  • Explorers
  • I ponti di Madison County
  • Incontri ravvicinati del terzo tipo
  • La casa degli spiriti
  • La storia infinita
  • Serendipity

Benvenuti Amici!! :)


sabato 6 marzo 2010

Poesia: "Immaginazione"


Vedevo l'acqua scivolare via
luminosa e argentea dalle cascate imponenti.
Ricca era quell'immaginazione di una sensazione di libertà
e di comunione con lo spirito della vita,
che combatteva contro la lucidità contro la realtà.

Ero quasi assopita quando ad un tratto un fuoco si accese
sulla sommità di una di quelle cascate e,
come fanno le ninfee acquatiche galleggiava morbidamente
sulla superficie come venisse cullato.

Non si sarebbe spento anzi si ingrandiva sempre di più.
Sentivo che quel fuoco era solo l'immagine onirica
di una stretta impetuosa che sentivo dentro.

Sarebbe esplosa prima o poi
per competere e vincere contro l'acqua,
la leggera pesantezza del mio essere,
l'apparente bellezza e disinvoltura
delle immagini perlate e luccicanti
che suscitano meraviglia ma che quasi sempre illudono
e deludono lo spettatore e lo stesso protagonista.
Romy F. S.

Poesia: "Ci sei solo tu"


Vorrei trovarmi in una spiaggia deserta.

E' l'alba e il mare, ancora una tavola mezza nera,
s'illumina onda dopo onda fino all'orizzonte.
Il Sole, dietro di me, mi riscalda piano piano le spalle...
Il rumore dei raggi che toccano l'acqua e la bruciano mi sfiora
la pelle, tesa per l'emozione.

Provo a camminare, e la sabbia, fredda che era,
comincia ad intiepidirsi, a riscaldarsi, fino a bruciare, e a far saltare.
E' ancora presto, ma ora il tempo non esiste.
Non è necessario contare i minuti, i secondi.
Nessuno c'è che può darti fastidio.
Ci sei solo tu, il Sole, la Luna, il cielo chiaro - scuro e il mare,
un manto di lucciole dorate che pulsano come stelle
e che si disperdono nei tuoi occhi.

Più il Sole avanza, più l'acqua ti chiama in una melodia senza fine.
L'incontro dell'onda con la riva è ritmatico e dolce,
e l'avvolgersi e il ritirarsi delle piccole onde, ti affascinano, ti attirano.
Vorresti sfiorare con la punta dei piedi
quella purezza quella freschezza che ti dona benessere.
Ma continui a stare fermo, rimani sbalordito, attratto da quello
che vedi e non vuoi lasciartelo sfuggire almeno per una volta.
L'acqua ti laverebbe da tutte quelle forze che assorbi e che ti potenziano.

L'alba si ripete ogni giorno, da sempre.
Per questo può sembrare banale raccontarla... ma se...
almeno una volta ci sei tu a vederla, a integrarti in lei,
diventi parte del Tutto,
e capisci che, come Tu vedi lo spettacolo della Natura,
così la Natura vede lo spettacoo del tuo Essere.

Romy F. S.

sabato 27 febbraio 2010

CANNA PENSANTE: Non è nello spazio che devo cercare la mia dignità, ma nell'uso regolato del mio pensiero. Non avrei un vantaggio possedendo delle terre: attraverso lo spazio l'universo mi comprende e mi inghiotte come un punto, attraverso il pensiero io lo comprendo. [348]
(misero, grande uomo) "Pensieri" di Pascal

mercoledì 24 febbraio 2010

Fulmine




E' bastato un attimo
un sorriso in più
uno sguardo dolcissimo
e ci siamo riconosciuti.

Abbiamo esitato un pò
prima di abbracciarci e
baciarci finalmente.


In un lungo unico sospiro.

Dove quando ti ho incontrato la prima volta?

C'eri già invece da sempre.

Ti sfuggo
ti cerco
rispondi
mi cerchi.

Ci fermiamo
restiamo.

Ora ci vediamo.















martedì 23 febbraio 2010

ERA SOLO UN FILM?

Avevo sette anni quando vidi per la prima volta questo film meraviglioso e ricordo in particolare questo momento magico, ricordo ancora la sensazione provata, mi è rimasta nel cuore.....



un attimo di magia, completo nella sua assoluta semplicità:



un granello di un mondo non più visibile, interiore, reale o fantastico che può rinascere in qualsiasi momento...



bastava, basta volerlo...